In-Folio

Home » Posts tagged 'Natale'

Tag Archives: Natale

La favola natalizia di Pamela Travers

pamela_camillus_traversNel 1962, Pamela Lyndon Travers, l’autrice di Mary Poppins (1934), diede alle stampe il racconto natalizio La volpe alla mangiatoia (The Fox at the Manger), oggi tradotto e pubblicato in Italia da Sellerio.
Pamela Lyndon Travers (1899 – 1996) prende spunto da una diffusa leggenda secondo la quale durante la notte di Natale gli animali parlano. Così racconta una favola ambientata nel presepe, e “favola” è il termine corretto perché è una storia di animali. (altro…)

Racconti di Natale – Guido Gozzano

christmas-dinnerGuido Gozzano nasce a Torino nel 1883, e nella stessa città la sua breve vita viene interrotta dalla tisi nel 1916. Torino, soprattutto il suo passato risorgimentale, ha un ruolo importante nella sua poetica. L’opera principale di Gozzano è la raccolta poetica I colloqui (1911) ma importanti sono anche le sue raccolte di fiabe. Il Natale di Fortunato è una fiaba sul rovescio di fortuna/sfortuna, gratitudine/ingratitudine. (altro…)

Racconti di Natale – Ferdinando Paolieri

Carl_Larsson_ChristmasFerdinando Paolieri (1878-1928), fiorentino, frequentò il circolo dei pittori macchiaioli, pittore egli stesso, ma dal 1908 si dedicò alla scrittura. Fu influenzato da Renato Fucini e dal suo gusto per la letteratura regionale, in questo solco pubblicò molte raccolte di novelle, tra le quali Novelle toscane (1913), dal quale è tratta il racconto che pubblichiamo, il quale sembra appartenere più al genere della burla (ricorrente nella novellistica toscana) che a quello natalizio vero e proprio. Tuttavia, anche se i protagonisti sono animali, racconta la differenza tra una ricca tavola e la fame, tema tipico dei racconti di Natale. (altro…)

Racconti di Natale – Il rublo fatato

Carl_LarssonRenato Fucini (1843-1921) nacque e visse in Toscana. La sua opera più nota oggi è la raccolta di novelle Le veglie di Neri (1882), ambientate tra la Maremma e i paesi dell’Appennino pistoiese che conosceva bene anche grazie alla sua attività di ispettore scolastico. Tra i contemporanei fu noto anche come poeta, Giacomo Puccini musicò due sue poesie: E l’uccellino, dedicata a un bambino, e Avanti Urania, composta in occasione del varo dell’omonimo piroscafo. Nel 1916 divenne accademico della Crusca. Il racconto che presentiamo, che per alcuni aspetti ricorda Lo schiaccianoci di E.T.A. Hoffmann, è tratto dalla raccolta Il ciuco di Melesecche. Storielline in prosa e in versi, pubblicata postuma nel 1922. (altro…)

Racconti di Natale – Storia di una gallina

DeMarchi_gallinaEmilio De Marchi (1851–1901) nacque e visse a Milano negli anni in cui era fervido il movimento della Scapigliatura, ma fu influenzato soprattutto da Alessandro Manzoni (1785-1873) e dalla sua poetica degli umili. La sua vita professionale e sociale fu guidata da un profondo senso di responsabilità civile. Il racconto che presentiamo fa parte della raccolta Storielle di Natale, pubblicata nel 1880.
De Marchi tradusse in versi le Favole di Jean de La Fontaine, che la casa editrice Sonzogno pubblicò in dispense tra il 1885 e il 1886. (altro…)

Buon Natale

presepe vaticano (350x278)Buon Natale
Felice Anno Nuovo e
Fulgida Epifania

 
 
 

Racconti di Natale – Emma Perodi

Piattoli_befana_PerodiNel giorno dell’Epifania, concludiamo la serie dei racconti natalizi pubbliccando una fiaba di Emma Perodi (1850-1918) contenuta nella sua raccolta Le novelle della nonna (1892). La fiaba La calza della Befana, come il resto della raccolta, è ambientata nel Casentino, in Toscana. La scrittrice fu influenzata da Boccaccio e da Dante, ma anche dal lavoro del folklorista Giuseppe Pitré, che nel 1876 aveva pubblicato Le Novelle popolari toscane, e di altri autori dell’epoca, quali Vittorio Imbriani (La Novellaja fiorentina, 1871) e Gherardo Nerucci (Sessanta novelle popolari montalesi, 1880).
Emma Perodi, che diresse la rivista “Il giornale per i bambini” (quella che pubblicò Pinocchio), conosceva anche la letteratura tedesca e fu la prima traduttrice italiana delle Affinità elettive di Goethe, nel 1903. (altro…)