In-Folio

Home » Arti visive » VIII Giornata della Custodia del Creato, con Salgado e Malick

VIII Giornata della Custodia del Creato, con Salgado e Malick

Un breve post per ricordare che oggi, 1 settembre, come sempre da otto anni a questa parte, è la giornata che la chiesa cattolica dedica al tema della custodia del creato, su iniziativa della Cei (Conferenza episcopale italiana).

Salgado_antartideE’ in sintonia con questa giornata (ma anche con qualsiasi altra) la mostra intitolata Genesi, del fotografo brasiliano Sebastiao Salgado che tiene a Roma, all’Ara Pacis, fino al 30 settembre 2013.
E’ una mostra generosa per il pubblico perché le fotografie esposte sono molte (circa 240) e vale la pena prendersi tutto il tempo necessario per visitarla con calma. Oltre a Roma, la mostra si tiene in contemporanea a Londra, Rio de Janeiro e Toronto e farà poi tappa in altre capitali del mondo. Le fotografie sono tute in bianco e nero, scattate tra il 2004 e il 2011 in luoghi impervi o remoti della Terra, ma non è l’esotismo e neanche la tecnica, per quanto superba, che colpisce. Come ogni grande fotografo, Salgado ci mostra la vita di paesaggi, animali e tribù.
Ed è proprio questo che colpisce il visitatore: mentre ci muoviamo in una metropoli, magari prendendo un autobus o cercando un parcheggio per andare all’Ara Pacis, c’è una vita che scorre uguale da secoli in Antartide, in Siberia, in Amazzonia, in Africa… che noi ignoriamo, e che ignora noi (per sua fortuna).

Lélia Wanick Salgado, curatrice della mostra e moglie del fotografo, spiega così il titolo e il senso della mostra:

“Genesi” è la ricerca del mondo delle origini, come ha preso forma, si è evoluto, è esistito per millenni prima che la vita moderna accelerasse i propri ritmi e iniziasse ad allontanarci dall’essenza della nostra natura. È un viaggio attraverso paesaggi terrestri e marini, alla scoperta di popolazioni e animali scampati all’abbraccio del mondo contemporaneo. La prova che il nostro pianeta include tuttora vaste regioni remote, dove la natura regna nel silenzio della sua magnificenza immacolata; autentiche meraviglie nei Poli, nelle foreste pluviali tropicali, nella vastità delle savane e dei deserti roventi, tra montagne coperte dai ghiacciai e nelle isole solitarie. Regioni troppo fredde o aride per qualsiasi cosa salvo per le forme di vita più resistenti, aree che ospitano specie animali e antiche tribù la cui sopravvivenza si fonda proprio sull’isolamento. Fotografie, quelle di “Genesi”, che aspirano a rivelare tale incanto; un tributo visivo a un pianeta fragile che tutti abbiamo il dovere di proteggere.

Sebastiao Salgado è nato nel 1944 in Brasile, ha studiato economia e nel 1973 è diventato un fotografo professionista, lavorando per agenzie quali la Magnum. Ha condotto molti reportage di denuncia sociale, ad esempio sulle condizioni dei lavoratori nelle miniere d’oro. Sin dagli anni Novanta, con sua moglie Lélia si è dedicato a un vasto progetto di riforestazione e nel 1998 ha fondato l’Instituto Terra a questo scopo.

Forse perché il tema di questa edizione 2013 della giornata è la famiglia (“La famiglia educa alla custodia del creato”), mi viene in mente quel film capolavoro di Terrence Malick The Tree of Life (L’albero della vita) del 2011. Anche in questo caso è impossibile riassumere: la storia di una famiglia e quella degli albori della Terra, la continuità tra il cosmo e il nostro breve microcosmo, tutti creature, il parlato (poco) del film che è un dialogo con Dio, accompagnato da immagini e musiche straordinarie.

The_Tree_of_Life 01

Il padre – Volevo essere amato perché ero importante, un grande uomo, ma non sono niente. Guarda, lo splendore intorno a noi. Alberi, uccelli. Ho vissuto nella vergogna, ho umiliato lo splendore e non ne ho notato la magnificenza. Che uomo stolto.
La madre – L’unico modo per essere felici è amare. Se non ami, la tua vita passerà in un lampo. Fai del bene, meravigliati, spera.

The_Tree_of_Life 02

Speriamo che nei prossimi anni questa giornata abbia una risonanza sempre maggiore e le iniziative si moltiplichino.

Cecilia Barella

Annunci

1 commento

  1. andrea ha detto:

    grazie Cecilia, soprattutto per il riferimento al film di Malick, un capolavoro assoluto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: