In-Folio

Home » Uncategorized » L’inconsapevole saggezza del millepiedi

L’inconsapevole saggezza del millepiedi

Scrivi qui i tuoi pensieri… (opzionale)

Inoltre

girotondo

“Scrivo perché in me c’è un bambino dal quale non mi separa un abisso. Anzi, quella parte di me è tuttora con me”. Altro che teoria del fanciullino e altre amenità da manualetto letterario. Questa dichiarazione candida e serissima, nonché oggettivamente articolata, è parte di un intervento straordinario tenuto nel 1986 a Tokyo da Michael Ende in occasione dell’annuale convegno del Comitato Internazionale per la letteratura giovanile (Ibby). Il testo è una miniera di valore inestimabile per chi voglia conoscere il pensiero del maestro tedesco nella convinzione che la freschezza evocativa e l’acume delle argomentazioni possano costituire uno stimolo utile per chiunque si sia mai messo di fronte a un libro.

E si inizia, ovviamente, con una fiaba…

“Gentilissimi signore e signori, (…) non sono un critico letterario né un filosofo della cultura, né sono un provetto conoscitore della letteratura mondiale per l’infanzia. Non sono un oratore di…

View original post 643 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: