In-Folio

Home » Letteratura » Chesterton e i Vittoriani

Chesterton e i Vittoriani

chesterton fuorilinea“L’età vittoriana nella letteratura” di G.K. Chesterton mancava nelle librerie italiane da quasi 70 anni (lo aveva pubblicato Einaudi nel 1945). Di fatto, nel nostro paese, è cresciuto l’interesse verso la vasta messe di opere dello scrittore inglese cattolico Gilbert Keith Chesterton (1874-1936) oltre ai romanzi gialli di Padre Brown che ebbero tanto successo anche grazie alla serie televisiva Rai nel 1970.
Il fatto che siano trascorsi 70 anni dalla morte di Chesterton e siano quindi caduti i suoi diritti d’autore, ha reso più facile anche a piccoli editori recuperare opere trascurate dai grandi.
Ora, Fuorilinea, di Roma, presenta un’edizione molto accurata: con la prefazione di Saverio Simonelli, la traduzione di Federico Mazzocchi, la curatela generale e un saggio di Sabina Nicolini, e un indice analitico finale – apparato fondamentale nella saggistica.
Chesterton scrisse di se stesso: “Io stesso sono nato vittoriano, e mi sento affine non di poco al grave spirito dell’epoca“, per questo motivo, nel 1913, diede alle stampe “Victorian Age in Literature” (questo il titolo originale). Il saggio è scritto in modo molto scorrevole. “Non pensate – scrive Saverio Simonelli nella prefazione – di trovare in queste pagine le canoniche biografie, la contestualizzazione storica, una guida per comprendere”. Infatti, Chesterton scrisse di aver voluto: “Occuparmi dei grandi Vittoriani non servendomi unicamente di date e nomi, ma piuttosto ricorrendo a scuole e correnti di pensiero”.

E Sabina Nicolini spiega: “Il Chesterton lettore e critico letterario non ha smesso di essere un giornalista. Dopotutto, moltissimi dei suoi saggi critici avevano preso forma proprio sulle pagine dei giornali […] E il grande critico resta giornalista perché descrive un’epoca e la sua letteratura come un reporter racconterebbe una rivoluzione in atto”.

Nella lunga carrellata di scrittori e poeti che Chesterton ci presenta, ce n’è uno al quale fu particolarmente legato: Charles Dickens. Nel 1927 T.S. Eliot definì Chesterton il miglior critico vivente di Dickens. Era socio della Dickens Fellowship (di cui fu anche eletto presidente nel 1921) presso la quale tenne una serie di conferenze su Dickens nel corso degli anni. Nel 1907 gli venne chiesto di scrivere l’introduzione per ciascuno delle 25 opere di Dickens ripubblicata nella collana Everyman.

Il filo conduttore del saggio di Chesterton è l’osservazione di come gli scrittori misero in evidenza il cosiddetto compromesso vittoriano, ovvero l’utilitarismo mercantile accettato in nome della ricchezza e del prestigio dell’impero coloniale – anche se questo non corrispondeva  alla prosperità della popolazione. E chi più di tutti minò con la penna il compromesso fu Dickens perché “la sua sete era una sete di cose tanto umili, tanto umane, quanto quel pane quotidiano per il quale lanciamo un grido a Dio’”.

L’indice del libro:
Perdersi tra i vittoriani. Con Chesterton – di Saverio Simonelli
Dove due linee s’incontrano – di Sabina Nicolini
L’età vittoriana nella letteratura
Introduzione – di Gilbert Keith Chesterton
Il compromesso vittoriano e i suoi nemici
I grandi romanzieri vittoriani
I grandi poeti vittoriani
La rottura del compromesso
Nota bibliografica
Indice dei nomi

 

Cecilia Barella

 

Fuorilinea  http://www.fuorilinea.it/index.htm

Gilbert Keith Chesterton “L’età vittoriana nella letteratura” ed. Fuorilinea, 2013
pp. 223, euro 16,00
A cura di Sabina Nicolini
Prefazione di Saverio Simonelli, traduzione di Federico Mazzocchi

 

 

Annunci

1 commento

  1. annaritaverzola ha detto:

    Prezioso suggerimento, grazie! Ho preso nota. Complimenti per i tuoi post sempre esaustivi e chiari.
    Un caro saluto, Annarita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: