In-Folio

Home » Ragazzi » Non solo manga: il Giappone narrato ai bambini

Non solo manga: il Giappone narrato ai bambini

alba_del_dragoneE’ possibile che i bambini di oggi si divertano attraversando il Giappone feudale degli shogun in compagnia del più grande poeta giapponese?
Ci è riuscita Mary Pope Osborne, autrice del romanzo per bambini “L’alba del dragone” (ed. Piemme).
Jack e Annie, due fratelli che vivono in una piccola provincia della Pennsylvania, possono viaggiare nel tempo e nello spazio grazie ad una magica casa sull’albero messa a loro disposizione dalla fata Morgana, bibliotecaria di Camelot, che di volta in volta fornisce loro dei libri guida – sì a magia e avventura, quindi, ma sempre in compagnia dei libri!

Dato che i giochi, come le storie (e quindi le avventure), sono sempre più belli se hanno scopo – per farci sentire parte del mondo, qualunque esso sia – Morgana affida ai bambini un compito: trovare il segreto della felicità, per aiutare Merlino che sente la vecchiaia ed è diventato malinconico. E sarà un poeta ad aiutare un mago, perché nell’antica capitale del Giappone, Edo, i bambini incontreranno Basho, il più grande poeta del paese (realmente vissuto nel 1600) il quale insegna, senza dare lezioni esplicite, come trovare la serenità.
Basho è considerato il padre del haiku, forma poetica tipica del Giappone, composta da tre versi e poche sillabe. Attraverso le parole del personaggio di Basho, Mary Pope Osborne spiega ai bambini lo spirito del haiku: “Un attimo fermato nel tempo” e riporta uno dei più famosi haiku del poeta:

Vecchio stagno
Tonfo di rana…
Suono d’acqua.

E quasi al termine della storia, Jack afferma. “Ho sentito il grillo e sembrava anche a me di essere un grillo” e tornando a casa in Pennsylvania “notò cose che non aveva mai visto prima“.
Nel corso del racconto, l’autrice inserisce immagini del Giappone classico, come appare nelle antiche stampe e solo di tanto in tanto fanno capolino nei cartoni animati moderni. Forse agli adulti possono sembrare immagini quasi stereotipate ma non è così per i bambini di oggi, come i protagonisti del romanzo:
Jack si guardò intorno. In quel momento tutto gli sembrava bellissimo: gli ombrellini verdi e gialli dei passeggeri del traghetto che passava sotto il ponte, i fiori rosa dei ciliegi che tremolavano sulla riva, gli aquiloni rossi e i gabbiani bianchi che volteggiavano nel cielo“.
Consultare il libro guida aiuta spesso Jack e Annie a conoscere ciò che li circonda; e come loro, i bambini che leggono “L’alba del dragone” trovano in fondo al libro un breve apparato sul Giappone: dall’origami alla cucina e ai samurai!
La nostra redazione apprezza molto tali iniziative editoriali, nonostante negli ultimi anni si siano levate diverse voci contro quelli che un tempo si chiamavano “apparati didattici”: gli editori perché ritengono che i bambini non li leggano spontaneamente (salvo poi preparare a parte le guide per gli insegnanti), gli esperi di bambini perché ritengono che sminuisca la spontaneità e la fantasia! Noi riteniamo invece che rispondano alla curiosità dei bambini e la stimolino allo stesso tempo.
Questo libro, del resto, nasce con un intento educativo. Fa parte di una lunga serie di Mary Pope Osborne, “La magica casa sull’albero”, iniziata nel 1992 e oggi pluripremiata e tradotta in tutto il mondo.
Probabilmente questo libro non diventerà un classico e non entrerà nel canone della letteratura per ragazzi, ma ha il merito di raccontare una bella storia e di essere scritto in modo scorrevole, chiaro e accattivante allo stesso tempo.

Cecilia Barella

Mary Pope Osborne “L’alba del dragone” ed. Piemme 2009, p. 137, euro 7,50

 

L’articolo è apparso originariamente su La Compagnia del Libro – TV2000, nell’ottobre 2010

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: